Blog

14 giugno 2016

Crescita Personale: FAI LA SCELTA E AGISCI

CRESCITA PERSONALECosa vuoi dalla vita? Perché ancora non l’hai ottenuto? Se vuoi altro, per la tua crescita personale, devi cambiare e acquisire nuove risorse. In questo articolo ti racconto il mio percorso…


Spesso, durante il Practitioner di PNL o altri corsi che tengo, alcune persone si avvicinano dicendo “che bel lavoro che fa… com’è fortunato”. Hanno ragione, è un lavoro meraviglioso ed ho sempre la sensazione di essere in ferie perché non sento il peso del lavoro ma solo la gioia della vacanza.
Non condivido l’affermazione legata alla fortuna.

Molti sanno cosa mi ha portato ad intraprendere il mio percorso di crescita personale.
Adoro i miei genitori, mi hanno cresciuto e ben voluto. Mio padre è per me un punto di riferimento e fino a qualche anno fa era il mio Dio (ora sono un po’ cresciuto ed è passato a semidio).
Una sera, andato a trovarli, ho guardato i miei genitori con occhi diversi.
Sono in pensione; beati loro che ne possono avere una. Non hanno debiti. Dispongono di tutto il tempo libero di cui hanno bisogno. Ogni tanto mio padre va a correre e spesso fa razzia dei miei libri; quindi è integro sia fisicamente che mentalmente. Hanno un figlio felice e dei nipoti sani e splendidi (hanno preso da mia moglie). A seguito di queste considerazioni, dovrebbero essere le persone più felici del mondo. Invece, osservandoli, guardando i loro sguardi, vi leggo tutta la tristezza, la malinconia, il dispiacere, accumulati in una vita di rinunce e fatica.

Le frasi tipo “Tutto ciò che è mio sarà tuo” sono affermate con amore e come atto di generosità nei confronti di un figlio, ma sottintendono “io non ho vissuto ed ho fatto rinunce per te”. Un altro fantastico modo per nutrire il senso di colpa che questa società elargisce e nutre a piene mani.
Io avrei voluto avere genitori felici, pompanti energia positiva da ogni poro del loro corpo, esempi di fiducia per il domani, avrei voluto che non avessero rinunciato a viaggiare, perché le esperienze che avrebbero potuto trasmettermi da queste esperienze, avrebbero avuto un valore uguale e superiore ai beni materiali.
Invece notavo lo sconforto di coloro che hanno più rimpianti che compiacimenti.

Fino a quel giorno avevo perfettamente rispettato l’imprinting genitoriale: “pensa che tutto possa andare male”, “ogni cosa bella presto finirà”, “se vedi qualcosa di positivo non la stai guardando con realismo”. Ma con questo modo di pensare sei programmato alla sofferenza e alla rinuncia, quindi era necessario modificare il mio modo di pensare; le mie convinzioni.

Quella sera, osservavo mio padre e mia madre e facevo questi pensieri ed a un certo punto mi sono chiesto: “un domani, i miei figli verranno a trovarmi… vorrò che guardandomi si dispiaceranno per il mio sguardo triste e amaro o vorrò che guardandomi, sorrideranno vedendomi pieno di fiducia e felicità?”. E, poiché i nostri figli imparano più dall’esempio che dalle parole, che tipo di esempio voglio essere? La risposta a queste domande avrebbero influenzato quindi le loro vite.
Io mi sono risposto che dovevo fare qualcosa, qualunque cosa, per modificare i miei pensieri abituali e le mie reazioni istintuali. La ricerca a questo, mi ha portato ad iniziare un percorso di crescita personale, per la MIA crescita personale. Così ho deciso di impiegare tanto tempo, tanto denaro, tanto impegno per un nuovo me stesso. Solo dopo ho deciso che potevo e volevo proporre il cambiamento a tutti coloro che ne avessero fatto richiesta. Seconda importante decisione. Nuovamente ho impiegato, tempo, denaro, impegno per diventare un Trainer.
Infine ho deciso di lasciare il posto fisso statale, per dedicarmi all’attività di formatore a tempo pieno. Altra importante ed epocale decisione.

Insomma, quante decisioni, quanto impegno, quanto denaro e tempo impiegati per giungere sin dove mi trovo ora: non fortuna!!

Gli avvenimenti negativi della vita non vanno rifiutati o rigettati: sono la forza propulsiva da cui volersi allontanare. Fissa il tuo limite oltre il quale non vuoi più andare.

Io spesso mi visualizzo una linea a terra.
Se voglio raggiungere qualcosa che non ho mai fatto prima, mi immagino di oltrepassare la linea con un passo, varcandola. Se voglio che non si ripetano più alcune situazioni, mi immagino di bloccarmi in prossimità della linea e mi rifiuto di scavalcarla. Sono simbolismi che mi aiutano moltissimo.

Cosa vuoi dalla vita? Perché ancora non l’hai ottenuto o raggiunto?
Perché tu, con le tue dinamiche di pensiero, con le tue convinzioni, con le tue azioni abitudinali, sei arrivato sin dove sei arrivato (nel bene e nel male). Se vuoi altro, devi acquisire nuove risorse e cambiare qualcosa: pensieri, azioni, abitudini. Per realizzare questa evoluzione in tempi rapidi, hai bisogno di strumenti nuovi come quelli che diamo nelle aule di crescita personale.
Per il sottoscritto e per tante persone come me, ha funzionato. Cosa aspetti? Scegli e agisci.

GUARDA QUI LA SCHEDA DEL CORSO PNL PRACTITIONER, IL PRIMO GRANDE PASSO PER LA TUA CRESCITA PERSONALE, E SE VUOI ISCRIVERTI PER IL PROSSIMO CORSO DI TORINO, FAI CLICK QUI.

Fabio Salomoni
NLP Trainer
NLP Master Practitioner Hypnotist

CRESCITA PERSONALE , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *